Ostuni

A 18 Km dalla Masseria Poesia, verso sud, si trova Ostuni, la cosiddetta "città bianca", al confine tra la Valle d'Itria e il Salento. Ha ricevuto la "Bandiera blu" della FEE e le "vele" di legambiente per la pulizia delle sue coste e la qualità dei sevizi offerti. Gli insediamenti delle primitive comunità umane nelle numerose grotte di questa zona sono testimoniate, tra l'altro, dallo scheletro della "donna di Ostuni" e del suo feto risalenti a circa 28.000 anni fa, mentre il primo nucleo cittadino risale al VII secolo ante Cristo per opera dei Messapi. Tra i numerosi eventi storici di cui fu protagonista possiamo ricordare lo sviluppo importante dato da Federico II di Svevia, che rese la cittadina uno dei perni della difesa imperiale in Puglia, o l'espansione sull'Adriatico rafforzato dallo sviluppo del porto di Villanova del XII secolo.

Sotto il dominio degli spagnoli si colloca il suo periodo d'oro, che durò fino a quando Filippo IV d'Asburgo, per i debiti contratti per la guerra dei Trent'anni, la vendette ad una famiglia di mercanti. Fu durante questo periodo storico che la peste imperversò in questa zona ma l'abitudine di imbiancare le case a calce, disinfettante naturale, preservò la cittadina dal dilagare della malattia nel XVII secolo.All'inizio dell'Ottocento vennero fondati il circolo della Giovine Italia ed una rivendita carbonara. Oggi è rinomata meta turistica estiva ed invernale: l'entroterra è costellato da numerose masserie e lungo la costa è stato istituito il Parco Regionale delle Dune Costiere.

Il piatto "fave e cicorie" è originario di questa città, così come la focaccia ostunese e molto fiorenti sono le colture dell'olio, del ciliegio, del mandorlo e l'allevamento di cavalli purosangue di razza Murgese.

Il comune fa parte, anche, della Strada Appia dei vini dove si producono il Malvasia, il Sangiovese, il Negroamaro, l'Ottavianello: LE STRADE DEL VINO DI PUGLIA. ll comune di Ostuni organizza diversi mercati rionali per gli amanti dello shopping low cost tra cui i più rinomati sono: quello del sabato mattina in Via degli Emigranti e "Zaccaredde", il mercatino dell'antiquariato, che si svolge ogni seconda domenica del mese.


Gallery

!
Usando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie per analisi di terze parti.
Ulteriori informazioni | Accetto